La febbre di .... Carnevale!

Cinguettando il titolo del famoso film in cui Travolta faceva piroette e salti, stamani i miei figli si sono svegliati con un febbrone da cavallo. Poco male il tempo non è gran chè e l'idea di stare nel lettone a leggere storie di pirati mangiandosi delle mascherine zuccherine fortunatamente gli risolleva un pò il morale. Speriamo solo di essere nuovamente in forma e non avere fastidiose ricadute per la festa di Carnevale, il 12 febberaio fatta, pensata e realizzata dai genitori della scuola. Un appuntamento davvero imperdibile e coloratissimo, che ogni anno cambia "tema". Se riesco vi mostrerò qualcosina, ma nel frattempo vi lascio l'ennesima ricetta di frolla per biscotti. Questa è del caro amico Pellegrino (sempre l'Artusi si intende), quindi a buon intenditore... mani in pasta ;-)

Buon Carnevale!

mascherine di pastafrolla con zucchierini colorati

Ricetta n° 589 tratta da: "La scienza in cucina e l'arte di mangiar bene" di Pellegrino Artusi

Farina, grammi 250 - Burro, grammi 125 - Zucchero bianco, grammi 110 - Uova intere, n. 1 e un torlo - qualche cubetto di cioccolato fondente e bianco - zucchierini vari per le decorazioni

"Se volete tirar la pasta frolla senza impazzamento, lo zucchero pestatelo finissimo (io mi servo dello zucchero a velo) e mescolatelo alla farina; e il burro, se è sodo, rendetelo pastoso lavorandolo prima, con una mano bagnata, sulla spianatoia. Fate di tutto un pastone maneggiandolo il meno possibile, ché altrimenti vi si brucia, come dicono i cuochi; perciò, per intriderla, meglio è il servirsi da principio della lama di un coltello. Se vi tornasse comodo fate pure un giorno avanti questa pasta, la quale cruda non soffre, e cotta migliora col tempo perché frolla sempre di più. Nel servirvene per pasticci, crostate, torte, ecc., assottigliatela da prima col matterello liscio e dopo, per più bellezza, lavorate con quello rigato la parte che deve stare di sopra, dorandola col rosso d'uovo. Se vi servite dello zucchero a velo la tirerete meglio. Per lavorarla meno, se in ultimo restano dei pastelli, uniteli insieme con un gocciolo di vino bianco o di marsala, il quale serve anche a rendere la pasta più frolla."

Dopo aver fatto la frolla come di consuetudine, stenderla e ritagliare i biscotti. Adagiarli sulla leccarda del forno e cuocerli a 170/180° per meno di dieci minuti. Lasciate raffreddare e nel frattempo sciogliete le cioccolate a bagnomaria. Inzuppate la parte superiore delle mascherine e decorate con una pioggerella di confettini colorati. 

Commenti

  1. Mannaggia, mi spiace per i bimbi con la febbre :( Con queste mascherine simpatiche e colorate almeno l’umore starà un po’ su. Speriamo guariscano presto, un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati che oggi che è venrdì ancora si portano addosso ghi strascichi :(

      buon week

      Elimina
  2. Uffa, la febbre! Però è la scusa per essere ancor più coccolati e con queste mascherine...slurp, quasi quasi passo per una coccola anche io!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...già cara, solo chge adesso siamo a domenica e hanno ancora gli strascichi di febbriciattola... un incubo :(

      Elimina
  3. carinissime queste mascherine!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie cara :)

      buona domenica

      Elimina
  4. Hai avuto davvero una bella idea per i tuoi bimbi ^_^! Sono sicura che avranno adorato questa dolcissima sorpresa, anche perchè Pellegrino Artusi è una garanzia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in effetti l'artusi è sempre l'artusi e poi mi piace un sacco come sono scritte le ricette, a parte tempi/cotture non sempre definite....

      baci e grazie della visita

      Elimina
  5. Che bella idea!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ci voleva qualcosa di bello per contrastare la febbre ;-)

      Bacioni

      Elimina
  6. Ho pensato di invitarti a partecipare a questo simpatico gioco... sempre se ti fa piacere...non sentirti obbligata, baci
    elena

    bellissime le tue mascherine...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti ringrazio cara ma credo proprio che passerò la mano. In ogni caso ti irngrazio di aver pensato a me :)

      buona giornata

      Elimina
  7. Queste mascherine dell'Artusi sono davvero carine carine carine! bravissima
    simo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e ti assicuro che la frolla era davvero buona. friabile e delicata come non mai....

      bacionissimi

      Elimina
  8. fantastiche queste maschere dolci, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che non si fà per i bimbi... e per la gola ;-)

      ricambio l'abbraccio

      Elimina
  9. La frolla dell''Artuusi sara' fantastica ma la forma e le decorazioni delle tue mascherine super!!! Poveri piccoli, uff speriamo passi in fretta sto inverno che nn se ne puo' piu' di malanni stagionali!!! Bacioni luisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo speravo anch'io invece siamo a domenica e la spossatezza febbriciosa ancora non ci vuol lasciar stare :(

      buona domenica

      Elimina
  10. Mascherina mascherina che ci fai li sdraiata? Son pronta per essere mangiata!!!! Perbacco detto fatto! Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che forte, non la conoscevo ;-)

      bacioni e buona domenica

      Elimina
  11. Bellissime le mascherine! Ho un vecchio libro Artusi a casa di mia mamma... mi sa che prima o poi... Lupin farà colpo :-)
    http://basilicopistacchioenonsolo.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti consiglio proprio di fare questa "ruberia" ;-)

      baci e grazie tante della visita

      Elimina

Posta un commento