Arista alla fiorentina

arista al forno con bacche ginepro e pepe rosa
Era da un pezzo che sognavo un bel pezzo di carne. Così oggi ho dato fuoco alle polveri. O meglio, ho acceso il forno tanto il tempo nonostante siamo agli sgoccioli di luglio, me lo ha concesso tranquillamente.

Buona, saporita, corposa (anche se un pelino troppo asciutta).
Ma voi come fate per mantenere morbida e non stopposetta la vostra arista?
Ben accetto qualsiasi consiglio a riguardo ;-)

arista di maiale circa un 800/850 gr - 2/3 spicchi d'aglio grossi - alcune foglie di salvia - rametti freschi di rosmarino - sale - olio d'oliva - una manciata di bacche di ginepro - un cucchiaino di pepe rosa
Fate un trito con aglio, rosmarino, salvia, sale. Aggiungete anche una manciata di bacche di ginepro leggermente schiacciate e del pepe rosa. Massaggiate tutto il pezzo di carne lentamente e poi mettetela in una teglia. Irroratela con mezzo bicchiere di olio e fatela cuocere in forno a 160 ° per circa un'ora e mezzo.
Una volta ben cotta e con una bella crosticina esterna, affettatela e servite le fettine cosparse con il sughetto rilasciato in cottura. 

L'arista è buona anche fredda. Solitamente si cuociono insieme all'arista anche delle patate tagliate a tocchi, che alla sottoscritta mancavano. In alternativa nell'olio di cottura si possono far risaltare degli spinaci precedentemente lessati o delle rape, tagliuzzati grossolanamente.

Commenti

  1. Io l'arista non la cuocio in forno ma in pentola sul gas, così ogni tanto la rigiro e la irroro con l'olio e i liquidi che rilascia in cottura, così non mi viene stopposa, al forno non so ma puoi provare a spennellare la carne con del succo di limone che dovrebbe contribuire ad ammorbidirla. La ricetta è ottima. Bacioni

    RispondiElimina
  2. Tesoro io la trovo deliziosa ed hai fatto bene a concedertela senze problemi e comunque anch'io la cuocio sul fuoco e nn al forno cosi eventualmente si piu aggiungere un po aggiungere un po di liquid.Bacioni,Imma

    RispondiElimina
  3. la faccio spesso l'arista ed e veramente buona sia fatta in forno e sia fatta sul gas ... secondo me per non farla diventare stopposa il segreto e nella cottura basta non farla cuocere troppo e non pungerla in cottura cosi i suoi liquidi non fuoriescano e resta morbida dentro fare l arista e più o meno come cuocere il rosat beef più lo cuoci e più diventa secco ...
    by da lia

    RispondiElimina
  4. .. .. ho letto il titolo della ricetta e mi son detta: ecco, vediamo come riesce a non farla diventare stopposa come di solito viene a me!
    no, non posso dar suggerimenti!
    L'aspetto delle tue fettine però è molto, ma molto invitante!!
    a presto!! ciao :)))))
    valeria

    RispondiElimina
  5. Io gli arrosti preferisco cuocerli in pentola, rimangono più morbidi perché immersi in più liquido... la tua preparazione mi piace molto!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  6. concordo con Valeria....l'ho sempre pensata stopposa e bandita dalla tavola....la tua ha un bell'aspetto =) buon pomeriggio

    RispondiElimina
  7. ciao, solitamente per non fare asciugare troppo la carne ed avere quell'effetto appunto "stopposo" come dici tu, la faccio cuocere in pentola. se invece scelgo una cottura al forno copro con carta stagnola: in questo modo tutto il vapore che si sprigiona non si perde e la carne resta più morbidina.
    In ogni caso, sempre, tengo tempi di cottura nettamente inferiori, poi affetto quando la carne è fredda (così le fettine non si rompono) e, prima di servire, ripasso in padella con il suo sughino: termino così la cottura, il sugo si restringe un pochino e la carne si impregna bene bene, così resterà morbidissima. assicurato!

    RispondiElimina
  8. tesoro, ma sforni una dleizia dietro l'altra!!!!

    RispondiElimina
  9. ciao! Bello l'arrosto di arista, mi piace tantissimo!
    Per non farla diventare stopposa va cotta molto meno, tipo al massimo 40 minuti. Va prima rosolata a fuoco vivace perché faccia una crosticina su tutta la superficie e DOPO va coperta abbassando il fuoco oppure messa in forno. La crosta aiuta a trattenere i liquidi della carne all'interno. Se quando poi l'affetti -fredda- fosse troppo rosa, tranquilla, rimetti in forno la teglia con le fette ben disposte + il liquido di cottura, copri con stagnola, per un altro quarto d'ora..
    vedrai come resta morbida. Io di solito la faccio la sera prima, in pentola, mentre il forno lo uso solo per scaldare (o finire di cuocere :))...ovvero è quel che dice salamander
    Besosss!

    RispondiElimina
  10. Io la faccio con le mele di solito, in pentola, e devo dire che rimane morbida !!!!!!

    RispondiElimina
  11. Come sempre siete preziose. Ricapitolando più ristretto il tempo di cottura (35/40 minuti).
    In pentola e sin forno solo per doratura.
    Mascia... con le mele???? Mica mi potrest inviare la ricetta ;-)

    RispondiElimina
  12. un bel modo per cuocere un pezzo di carne poco nota ma di gran qualità a un prezzo molto interessante

    RispondiElimina
  13. Anche io la doro prima in pentola sì da creare una bella crosticina, poi sfumo con un mezzo bicchiere di vino, dopo di che la metto in forno; per 1 arista da 1 Kg al massimo faccio cuocere 40 minuti.
    Belle le foto :-)
    Baci

    RispondiElimina
  14. Altra ricetta interessantissima. Devo imparare assolutamente! Non ti posso dare consigli perchè sono scarsina su arrosti & co. Belle foto! ciao.

    RispondiElimina
  15. di solito cucino la coppa di maiale e sempre nella pentola, mai forno...proverò la tua ricetta con l'arista...mette fame!!!!!!!baci!

    RispondiElimina
  16. Che buona l'arista. io di solito la faccio al latte. proverò la versione alla fiorentina.
    A presto
    La magica zucca

    RispondiElimina
  17. L'arista tende sempre ad asciugare, va benissimo il sughetto che hai usato tu per accompagnarla.
    L'alternativa è quella di dorare la superficie, in padella o su una piastra (senza olio) e poi finirla in forno per circa 30' a 160°.
    Puoi anche provare la cottura estrema a 90° per 6 ore, anche se in casa diventa improponibile.
    E' un pezzo di carne che permette tantissime ricette, classiche ma anche sfiziose, costa poco e rende tanto! Ottima scelta.

    RispondiElimina
  18. Carissima Letizia!
    Ci "letizi" con questo bel pezzo di ciccia?
    Non possiamo che apprezzare! bravaaa!
    Tanti amici ti hanno già dato ottimi consigli, li condivido appieno, ma occorre tener conto anche di una piccola semplice verità: l'arista è un pezzo di carne molto magro, è inevitabile che un pochino risulti asciutto! Per questo è fondamentale un buon sughetto di accompagnamento (e... un buon bicchiere di vino!)
    Comunque la versione con le mele di cui parla Cinzia incuriosisce molto anche me... la proviamo? ;)
    Baci!
    Linda

    RispondiElimina
  19. ciao Letizia, è bellissima, anche io la cuocio, come Stefania nella pentola a pressione, ma questa mi piace molto e siccome ho un barattolone di pepe rosso ne approfitto e la faccio..un abbraccio

    RispondiElimina
  20. non sono un'amante di carne ma ogni tanto mi piace fare la scorta.questa sarebbe la ricetta giusta, perchè mi sembra molto saporita e buona!

    RispondiElimina
  21. è ottima l'arista con le spezie!
    per fortuna il fresco di questi giorni ci permette di cucinare piatti ottimi come questo :)

    RispondiElimina
  22. Davvero squisita la tua arista.Da rifare,sicuramente.
    Un bacio e buona serata.

    RispondiElimina
  23. Ha un aspetto veramente invitante...CIAO SILVIA

    RispondiElimina
  24. L' aspetto sinceramente e' invitante . Io fino ad ora l ' ho sempre fatta con il latte. E allora resta morbida per forza ma voglio provare anche questa. Baci

    RispondiElimina
  25. Io ci cucino anche le bistecche (http://ildolcefornodiclaudia.blogspot.com/2010/11/bistecche-al-forno.html) e ci aggiungo l'acqua, vengono ottime.

    Che fame mi è venuta vedendo le tue ariste.

    baci

    RispondiElimina
  26. Anche se come dici tu è stopposetta, una fettina la gradisco volentieri :-) e con questo ne approfitto per salutarti, mi sa che ci rivediamo a settembre. Baciotti

    RispondiElimina
  27. Ecco. E ora mi hai fatto venire voglia di mangiare un bel pezzo di carne saporito. Proprio come il tuo.

    RispondiElimina
  28. Cucino spesso anche io l'arista e capita a volte anche a me di sentirmi dire a tavola da mio figlio "buona, ma un pò asciutta".
    Confesso però che viene più morbida quando la cuocio, anche in forno, a T° un pò più bassa e per tempi decisamente più lunghi, anche 2 ore 1/2, bagnandola spesso e rigirandola nel sughetto magari diluito con un pò di acqua o vino bianco.
    Mi stuzzicano molto gli accostamenti che hai fatto! Ciao Laura

    RispondiElimina
  29. anche io la cucino spesso e per farla rimanere morbida, se decido di fare la cottura in forno utilizzo il metodo descritto da Cinzia. Comunque presentazione con i frutti di bosco è molto invitante!

    RispondiElimina
  30. Molto invitante e aromatica!!!! Bravissima, un bacione

    RispondiElimina
  31. Ottima ricetta estiva, è così buona anche fredda! baci

    RispondiElimina
  32. buonissima! di solito la faccio prima scottare tutta intorno , con l'olio , ma anche senza sul tegame rovente, così i pori della carne si chiudono e i succhi rimangono al''interno, poi la metto in forno o termino la cottura in tegame secondo le ricette. la tua è molto appetitosa, un abbraccio
    ciao Reby

    RispondiElimina
  33. Mi son letta anche ogni commento, ho il tuo stesso problema ^_^

    RispondiElimina
  34. con tutte quelle spezie è davvero coloratissimo, questo piatto!

    RispondiElimina
  35. favolosa questa ricetta! per me poi che adoro la carne! ti seguo con piacere...passa a trovarmi se ti và!

    RispondiElimina

Posta un commento