Torta di semolino di Pellegrino... e bacche di goji

Dolce che proviene da un libro di Pellegrino (Artusi) quindi non c'è bisogno di ulteriori parole a garanzia della bontà di questo dolce morbido, umido e dlicatissimo nel gusto. Apprezzatissimo dai bimbi, che non finivo più di tagliarsi fette, su fette. Tutto tale e quale a lui.... a parte l'aggiunta di una tazza di bacche di goji (sono il più potente antiossidante in natura), dono prezioso e gradito arrivato qualche giorno fà direttamente a casa. Ammetto che non le conoscevo prima, ma adesso che me le hanno fatte scoprire saranno presenti in svariati piatti, sia dolci che salati. Di seguito riporto integralmente dosi e preparazione della torta. Ancora grazie Luana e un urrà per Pellegrino ;-)

torta di semolino e bacche di goji

643. TORTA DI SEMOLINO

Latte, un litro.
Semolino di grana fine, grammi 130.
Zucchero, grammi 130.
Mandorle dolci con tre amare, grammi 100. (farina di mandorle per me)
Burro, grammi 20.
Uova, n. 4.
Raschiatura di un limone.
Una presa di sale. 
Una tazza di bacche di goji (mia personale aggiunta... e ci stanno d'incanto!)

Sbucciate le mandorle nell'acqua calda e pestatele finissime in un mortaio con tutto lo zucchero, che metterete a una cucchiaiata per volta. Cuocete il semolino nel latte e prima di ritirarlo dal fuoco aggiungete il burro e le mandorle, le quali, per essere mescolate allo zucchero, si sciolgono facilmente. Poi salatelo ed aspettate che sia tiepido per unire sia le bacche di goji che le uova frullate a parte. Versate il composto in una teglia unta di burro, aspersa di pangrattato e di grandezza tale che la torta risulti alta un dito e mezzo o al più due. Mettetela in forno o nel forno da campagna (magari!!!!), sformatela diaccia e servitela tutta intera o tagliata a mandorle. 

Pellegrino ha un unico difetto a mio avviso, che però e a dir poco irritante, specie quando si realizza un dolce. Non specifica i tempi ne i gradi del forno, quindi io son dovuta andare "a naso". Ho messo il forno sui 170° per una trentina di minuti, ma in ogni caso controllate bene perchè il dolce si deve gonfiare ma non scurire la superficie, altrimenti seccandosi troppo perderebbe parte della sua delicata grana soffice. Inoltre ho cotto il dolce a forno statico e non ventilato, ma se avete degli ulteriori suggerimenti da darmi sarò ben felice di accoglierli.... tanto sapete dove trovarmi ;-)

Commenti

  1. Ecco l'idea che mi mancava per il week end :)
    L'aggiunta di quelle bacche rosse non poteva essere modifica più azzeccata. Bacioni, buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono davvero buone e "spezzano" tutta la morbidezza del semolino :)

      buona domenica

      Elimina
  2. Un iodea davvero deliizosa tesoro con quelle bacche poi questa torta diventa ancora piu golosa...un dolce da provare prestissimo!!bacioni,Imma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie cara e buona giornata :)

      Elimina
  3. Buonissima...Le torte di semolino mi piaccciono un sacco!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le ho scoperte solo ultimamente ma adesso sno tra le mie preferite :)

      Un bacione

      Elimina
  4. il semolino nei dolci è di una bontà sottovalutata. Ma che sono queste superbacche, delle bombe più che dei frutti! non le conoscevo, ma che sapore hanno? baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per certi versi possono assomigliare a dell'uvetta sultanina( per la forma piccola e volendo l'ammollo per farle rinvenire in acqua tiepida), ma il sapore è meno dolce e stucchevole. A me personalmente fanno impazzire e poi son piene di salute ;-)

      Un baciottone cara

      Elimina
  5. che bella questa torta..e deve essere buonissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il sapore eè delicato e rinfrescante :)

      un saluto affettuoso

      p.s. talvolta ho delle difficoltà a commentare il tuo blog, ma lo guardo sempre.

      Elimina
  6. Ho trovato queste bacche solo a Barcellona... dici che dovrei ritornaci per fare il pieno? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuro... ma certamente non solo per le bacche ;-)

      Un bacione

      Elimina
  7. questa torta è davvero invitante, le bacche non le conosco, ma è un periodo che le vedo su quasi tutti i blog, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono stata contatta, ed ho subito accettato, così mi hanno inviato sia le bacche che il concentrato....

      un saluto affettuoso e grazie dela visita

      Elimina
  8. Risposte
    1. e con le bacche di goji è ancora meglio ;-)

      buona domenica

      Elimina
  9. questa la provo mi ispira un mondo.
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che bello, ne sono proprio contenta :)

      serena giornata

      Elimina
  10. Una delizia fantastica!!! Bravissima!!! Baci e buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie cara :)

      Buona domenica

      Elimina
  11. Originale e attualissima questa torta, visto che le bacche di goji spopolano uiltimanmente. Mi piace parecchio!
    bravissima
    simona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho ancora delle bacche perciò aspettatevi altre ricette....

      baci baci

      Elimina
  12. questa tua originalissima ricetta di torta con bacche di goji la giro a mia sorella!! si è comprata le bacche ma non sa cosa farci!!! te la rubo! :) bravaaa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sono contenta perchè questa ricetta è di pellegrino artusi, quindi una certezza ;-)

      bacioni

      Elimina
  13. Non conosco le bacche di goji: che aroma conferiscono?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...asprigno e fresco. Se le ammolli sono tenere e scioglievoli, se le usi direttamente invece quella nota croccantina davvero particolare e gustosa :)

      bacioni e buona giornata

      Elimina
  14. un dolce da salvare un bacio buon lunedi lili

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie cara :)

      buona giornata

      Elimina

Posta un commento